Catechismi/Catechismo di Matthew Henry/Introduzione

Da Tempo di Riforma Wiki.

Ritorno


INTRODUZIONE

Siamo molto felici (lo so) nei catechismi, che, per gli abitanti di questa valle della visione , saranno o il mezzo della conoscenza, o la vergogna dell'ignoranza. La varietà di queste forme di parole sane, mentre tutte parlano per sostanza la stessa cosa e sono tutte costruite sulle fondamenta degli apostoli e dei profeti, non deroga affatto all'onore della dottrina cristiana, ma piuttosto (come l'impostazione fino a più candele nella stessa stanza) aiutano a diffondere la luce e renderla più forte. Abbiamo molte ottime esposizioni sia del Catechismo della Chiesa che delle Assemblee, e uno antico e redditizio di Mr Ball; eppure alcuni mi incoraggiano a sperare che questo saggio, che in un modo non è stato utilizzato fino ad ora, che io sappia, sarà trovato non del tutto inutile. Due cose a cui mi propongo: una è mettere il catechismo in un abito tale, da renderlo (se possibile) facile e copioso, in modo che possa non essere un compito insuperabile per l'allievo, eppure può fornirgli molta conoscenza utile. La maggior parte (che supera in qualche modo le mie prime intenzioni) mostra che è abbondante; eppure penso che sia reso molto facile, spezzandolo in così tante brevi domande, e quelle a cui risponde Sì o No, di cui lo studente può inizialmente accontentarsi, l'insegnante, se vuole, leggendo le prove; e, a poco a poco, lo studente, che è disposto a prendersi un po 'di fatica, e inizia ad essere versato nelle Scritture, non troverà grande difficoltà caricare la sua memoria con la maggior parte delle prove annesse, che la domanda spesso introduce facilmente e che, con un uso frequente, col tempo diventeranno familiari. Ricordo di aver visto un filespiegazione del catechismo più breve delle Assemblee , (e penso che sia stato il primo mai pubblicato) da un grande uomo, il Rev. Dr. Willis, di Oxford, che è stato fatto spezzando le proposizioni del catechismo in brevi domande, ha risposto (come questo) con Sì o No. Quella performance, anche se molto breve, è stata un ottimo precedente, indirizzando a un metodo di catechesi, che è stato utile per arricchire la comprensione dei discenti, senza sovraccaricare la loro memoria. Il testo qui aggiunto mostrerà che il nostro sì è sì , e il nostro no, no . Per rendere questo più facile, le varie sezioni sotto ogni articolo possono essere assegnate a diversi catecumeni.

Ma un'altra cosa a cui intendo (e in effetti il ​​capo) è promuovere la conoscenza delle Scritture. Le verità divine, i miei pensieri, suonano meglio nel linguaggio divino; e le cose che Dio ci ha rivelato mediante il suo Spirito , non possono essere trasmesse in un veicolo più sicuro e appropriato, delle parole che lo Spirito Santo insegna ( 1 Cor. 2:10 , 13. ) che, sebbene essere lungi dal legare superstiziosamente me stesso o gli altri, eppure, lo confesso, non posso non pensare che dovrebbero essere preferiti. Ho spesso osservato come l'evangelista rettifica un errore che sorgeva su un detto di Cristo, solo ripetendo le parole dette, Giovanni 21:23 .Non ha detto, non morirà; ma, se voglio che rimanga finché io venga, che te ne importa? Ha detto così, e non di più; non aggiungere alle sue parole. Siamo diretti non solo a pensare, ma a parlare secondo la sua parola , Isaia 8:20 .

È particolarmente vantaggioso far conoscere ai bambini la Bibbia per tempo e mostrare loro la loro religione. Il catechismo di Timoteo era la Scrittura, che lui conosceva come apobrefa - fin dalla sua infanzia , 2 Timoteo 3:15 . Coloro che sono pronti e potenti nelle Scritture, saranno completamente forniti per ogni opera buona e completamente fortificati contro ogni opera malvagia, Ciò che ho qui tentato, può (spero) rivelarsi un buon espediente per questo scopo, obbligandomi a produrre un testo della Scrittura per ogni domanda, non si può pensare che debbano essere uguali. Forse qua e là se ne può trovare uno deviato dal suo primariointenzione solo con un'allusione (che penso sia giustificata da diversi citazioni del Nuovo Testamento dall'Antico), ma spero che non ce ne siano pervertite . Se avessimo più dimestichezza con gli scritti ispirati, dovremmo (come parla uno degli antichi) "adorare la pienezza delle Scritture". Ho citato i testi nel modo più conciso possibile, nella speranza che il lettore diligente, che scruta quotidianamente la Scrittura, sarà incoraggiato a guardare oltre nel luogo. menzionato, che troverà spesso molto utile. A tal fine, ho sempre aggiunto il libro, il capitolo e il versetto; il che tuttavia è inutile per coloro che imparano a memoria a darsi fastidio.

Al servizio di tali ministri, governatori di famiglie e altri cristiani, che vedranno motivo di avvalersi di tale aiuto, con tutta la dipendenza dalla grazia e dalla benedizione di Dio, per l'accettabilità e l'utilità di essa, questa piccola oblazione è umilmente offerto da chi desidera ardentemente aumentare la conoscenza delle Scritture e ambizioso dell'onore di essere in qualche modo strumentale per diffonderla.

—MATTHEW HENRY.