Differenze tra le versioni di "Confessioni di fede/Westminster/Sommario conoscenza salvifica/Sommario03"

Da Tempo di Riforma Wiki.
Riga 10: Riga 10:
 
II. Questi mezzi sono specialmente quattro: (a) La Parola di Dio; (b) i sacramenti; (c) il governo della chiesa; (d) la preghiera. Nella Parola predicata da messaggeri inviati, il Signore presenta un'offerta di grazia a tutti i peccatori su condizione della fede in Gesù Cristo. Chiunque confessa il proprio peccato, accoglie il Cristo offerto, e si sottomette alle Sue ordinanze, vedrà ricevere sia lui che i suoi figli nell'onore e nei privilegi del Patto di grazia. Attraverso i sacramenti, Dio suggella e conferma il baratto<ref name="ftn1"> Il baratto, lo scambio: Cristo si assume i miei peccati e li espia e mi dona la Sua giustizia.</ref> sulla base della menzionata condizione. Attraverso il governo della chiesa Egli li contiene<ref name="ftn2"> Come fa il pastore che tiene il suo gregge nell'ambito di una recinzione.</ref> e li aiuta ulteriormente ad osservare il Patto. Attraverso la preghiera quotidianamente essi riconoscono la gloriosa grazia loro promessa, da essa attingono e di essa fanno uso. Tutti questi mezzi vengono utilizzati sia autenticamente che solo per professione [esteriore] a seconda della qualità di coloro che ne sono sottoposti, o credenti autentici o contraffatti<ref name="ftn3"> Si fa qui riferimento a coloro che sono inclusi nella chiesa visibile, composta necessariamente sia da autentici credenti che da persone che professano la fede solo esteriormente, non in modo autentico.</ref>.
 
II. Questi mezzi sono specialmente quattro: (a) La Parola di Dio; (b) i sacramenti; (c) il governo della chiesa; (d) la preghiera. Nella Parola predicata da messaggeri inviati, il Signore presenta un'offerta di grazia a tutti i peccatori su condizione della fede in Gesù Cristo. Chiunque confessa il proprio peccato, accoglie il Cristo offerto, e si sottomette alle Sue ordinanze, vedrà ricevere sia lui che i suoi figli nell'onore e nei privilegi del Patto di grazia. Attraverso i sacramenti, Dio suggella e conferma il baratto<ref name="ftn1"> Il baratto, lo scambio: Cristo si assume i miei peccati e li espia e mi dona la Sua giustizia.</ref> sulla base della menzionata condizione. Attraverso il governo della chiesa Egli li contiene<ref name="ftn2"> Come fa il pastore che tiene il suo gregge nell'ambito di una recinzione.</ref> e li aiuta ulteriormente ad osservare il Patto. Attraverso la preghiera quotidianamente essi riconoscono la gloriosa grazia loro promessa, da essa attingono e di essa fanno uso. Tutti questi mezzi vengono utilizzati sia autenticamente che solo per professione [esteriore] a seconda della qualità di coloro che ne sono sottoposti, o credenti autentici o contraffatti<ref name="ftn3"> Si fa qui riferimento a coloro che sono inclusi nella chiesa visibile, composta necessariamente sia da autentici credenti che da persone che professano la fede solo esteriormente, non in modo autentico.</ref>.
  
III. Il Patto di grazia, presentato nell'Antico Testamento prima della venuta di Cristo e nel Nuovo dalla Sua venuta in poi, è uno e medesimo nella sostanza, per quanto diverso sia nella sua amministrazione. Nell'Antico Testamento esso era suggellato dai sacramenti della circoncisione e dell'agnello pasquale e prefiguravano la morte di Cristo ventura con i benefici che avrebbe conseguito [acquistato] sotto l'ombra di sacrifici cruenti e di speciali cerimonie. Dalla venuta di Cristo in poi, però, il Patto è suggellato dai sacramenti del Battesimo e della Cena del Signore, i quali rappresentano chiaramente ai nostri occhi il Cristo già crocifisso<ref name="ftn4"> "O Galati insensati, chi vi ha ammaliati, voi, davanti ai cui occhi Gesù Cristo è stato rappresentato crocifisso?" (Galati 3:1).</ref>, vittorioso sulla morte e sulla tomba, e gloriosamente regnante in cielo e sulla terra, per il bene del Suo popolo.
+
III. Il Patto di grazia, presentato nell'Antico Testamento prima della venuta di Cristo e nel Nuovo dalla Sua venuta in poi, è uno e medesimo nella sostanza, per quanto diverso sia nella sua amministrazione. Nell'Antico Testamento esso era suggellato dai sacramenti della circoncisione e dell'agnello pasquale e prefiguravano la morte di Cristo ventura con i benefici che avrebbe conseguito [acquistato] sotto l'ombra di sacrifici cruenti e di speciali cerimonie. Dalla venuta di Cristo in poi, però, il Patto è suggellato dai sacramenti del Battesimo e della Cena del Signore, i quali rappresentano chiaramente ai nostri occhi il Cristo già crocifisso<ref name="ftn4"> </ref>, vittorioso sulla morte e sulla tomba, e gloriosamente regnante in cielo e sulla terra, per il bene del Suo popolo.
 +
 
 +
'''Note'''
  
 
----
 
----
<references/>
+
 
 +
<references />

Versione delle 17:31, 30 mag 2020


Indice generale

Sommario della conoscenza salvifica

Capitoli: 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16

 

Capo III. I mezzi esterni che sono stati stabiliti per rendere gli eletti partecipi di questo patto come pure per rendere tutti gli altri inescusabili

Matteo 22:14: "Molti sono i chiamati".

I. I mezzi [o strumenti] esterni ed ordinanze per rendere gli uomini partecipi del Patto di grazia sono dispensati tanto saggiamente che, tramite essi, gli eletti ne sono infallibilmente convertiti e salvati, mentre per i reprobi, in mezzo ai quali essi si trovano, essi diventano di giusto inciampo.

II. Questi mezzi sono specialmente quattro: (a) La Parola di Dio; (b) i sacramenti; (c) il governo della chiesa; (d) la preghiera. Nella Parola predicata da messaggeri inviati, il Signore presenta un'offerta di grazia a tutti i peccatori su condizione della fede in Gesù Cristo. Chiunque confessa il proprio peccato, accoglie il Cristo offerto, e si sottomette alle Sue ordinanze, vedrà ricevere sia lui che i suoi figli nell'onore e nei privilegi del Patto di grazia. Attraverso i sacramenti, Dio suggella e conferma il baratto[1] sulla base della menzionata condizione. Attraverso il governo della chiesa Egli li contiene[2] e li aiuta ulteriormente ad osservare il Patto. Attraverso la preghiera quotidianamente essi riconoscono la gloriosa grazia loro promessa, da essa attingono e di essa fanno uso. Tutti questi mezzi vengono utilizzati sia autenticamente che solo per professione [esteriore] a seconda della qualità di coloro che ne sono sottoposti, o credenti autentici o contraffatti[3].

III. Il Patto di grazia, presentato nell'Antico Testamento prima della venuta di Cristo e nel Nuovo dalla Sua venuta in poi, è uno e medesimo nella sostanza, per quanto diverso sia nella sua amministrazione. Nell'Antico Testamento esso era suggellato dai sacramenti della circoncisione e dell'agnello pasquale e prefiguravano la morte di Cristo ventura con i benefici che avrebbe conseguito [acquistato] sotto l'ombra di sacrifici cruenti e di speciali cerimonie. Dalla venuta di Cristo in poi, però, il Patto è suggellato dai sacramenti del Battesimo e della Cena del Signore, i quali rappresentano chiaramente ai nostri occhi il Cristo già crocifisso[4], vittorioso sulla morte e sulla tomba, e gloriosamente regnante in cielo e sulla terra, per il bene del Suo popolo.

Note


  1. Il baratto, lo scambio: Cristo si assume i miei peccati e li espia e mi dona la Sua giustizia.
  2. Come fa il pastore che tiene il suo gregge nell'ambito di una recinzione.
  3. Si fa qui riferimento a coloro che sono inclusi nella chiesa visibile, composta necessariamente sia da autentici credenti che da persone che professano la fede solo esteriormente, non in modo autentico.