Confessioni di fede/cfv1662/Articolo 12

Indice generale

Confessione di fede valdese 1662

Intro - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - Errori condannati -Atto 1894 -

Indice

Art. XII - Gesù Cristo

Che Jesu Christo essendo stato da Dio ordinato nel Suo eterno decreto per essere il solo Salvatore, e l'unico Capo del Suo corpo, che è la Chiesa; Egli l'ha riscattata, col Suo proprio sangue, nel compimento dei tempi, e le communica tutti ij Suoi benefici xoll'Evangelo.

Prove

  • "Dio lo ha prestabilito come sacrificio propiziatorio mediante la fede nel suo sangue, per dimostrare la sua giustizia, avendo usato tolleranza verso i peccati commessi in passato" (Romani 3:25).
  • "sapendo che non con cose corruttibili, con argento o con oro, siete stati riscattati dal vano modo di vivere tramandatovi dai vostri padri, ma con il prezioso sangue di Cristo, come quello di un agnello senza difetto né macchia. Già designato prima della creazione del mondo, egli è stato manifestato negli ultimi tempi per voi" (1 Pietro 1:18-20).
  • "che ha dato se stesso per i nostri peccati, per sottrarci al presente secolo malvagio, secondo la volontà del nostro Dio e Padre" (Galati 1:4).
  • "Ella partorirà un figlio, e tu gli porrai nome Gesù, perché è lui che salverà il suo popolo dai loro peccati" (Matteo 1:21).
  • "Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna" (Giovanni 3:16).
  • "Egli ci ha salvati e ci ha rivolto una santa chiamata, non a motivo delle nostre opere, ma secondo il suo proposito e la grazia che ci è stata fatta in Cristo Gesù fin dall'eternità" (2 Timoteo 1:9).
  • "In lui ci ha eletti prima della creazione del mondo perché fossimo santi e irreprensibili dinanzi a lui ... a lode della gloria della sua grazia, che ci ha concessa nel suo amato Figlio. In lui abbiamo la redenzione mediante il suo sangue, il perdono dei peccati secondo le ricchezze della sua grazia ... al di sopra di ogni principato, autorità, potenza, signoria e di ogni altro nome che si nomina non solo in questo mondo, ma anche in quello futuro. Ogni cosa egli ha posta sotto i suoi piedi e lo ha dato per capo supremo alla chiesa, che è il corpo di lui, il compimento di colui che porta a compimento ogni cosa in tutti" (Efesini 1:4,6-7,21-23).
  • "il marito infatti è capo della moglie, come anche Cristo è capo della chiesa, lui, che è il Salvatore del corpo. Ora come la chiesa è sottomessa a Cristo, così anche le mogli devono essere sottomesse ai loro mariti in ogni cosa. Mariti, amate le vostre mogli, come anche Cristo ha amato la chiesa e ha dato se stesso per lei, per santificarla dopo averla purificata lavandola con l'acqua della parola" (Efesini 5:23-26).
  • "Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, che egli ha acquistata con il proprio sangue" (Atti 20:28).
  • "In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati" (Atti 4:12).
  • "Infatti c'è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo, che ha dato se stesso come prezzo di riscatto per tutti; questa è la testimonianza resa a suo tempo" (1 Timoteo 2:5-6).
  • "Egli ha dato se stesso per noi per riscattarci da ogni iniquità e purificarsi un popolo che gli appartenga, zelante nelle opere buone" (Tito 2:14).
  • "Ma se camminiamo nella luce, com'egli è nella luce, abbiamo comunione l'uno con l'altro, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato" (1 Giovanni 1:7).

Commento

Gesù Cristo è stato prestabilito dalla precisa volontà di Dio, attraverso un Suo eterno decreto, per essere il solo Salvatore e Capo supremo del Suo corpo, la Chiesa, popolo a Lui particolarmente consacrato (così come il Suo stesso nome testimonia). Egli è stato così designato prima della stessa creazione del mondo. Cristo, infatti, posto al di sopra di ogni principato, autorità, potenza, signoria e di ogni altro nome che si nomina non solo in questo mondo, ma anche in quello futuro, è il loro Signore ed essi Gli sono sottomessi. In nessun altro è la salvezza; perché non vi è sotto il cielo nessun altro nome che sia stato dato agli uomini, per mezzo del quale noi dobbiamo essere salvati. Come c’è un solo Dio, così vi è anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo.

Nella pienezza dei tempi (detti anche “gli ultimi tempi”), il Salvatore Gesù Cristo ha riscattato il Suo popolo da ogni iniquità dando completamente Sé stesso per loro, morendo in croce come sacrificio propiziatorio per il perdono dei loro peccati come quello di un agnello sacrificale senza difetto né macchia. Ha fatto questo per salvarlo dai loro peccati, sottrarlo da una vita futile e da questo mondo perverso affinché dinanzi a Lui fosse gente santa ed irreprensibile, purificata dalla Sua Parola, zelante nelle opere buone, in vista della vita eterna. E’ così che Dio manifesta verso il Suo popolo il Suo stupefacente amore. Esso così cammina nella Sua luce, com'egli è nella luce, in comunione l'uno con l'altro.

Al Suo popolo Egli comunica tutti i Suoi benefici attraverso l’annuncio dell’Evangelo. Chiunque, dopo aver udito questo messaggio si affida a Cristo come proprio Signore e Salvatore riceve vita significativa ed eterna. Dio lo salva e gli rivolge questa santa chiamata non a motivo delle sue opere, ma secondo i Suoi propositi e la grazia che gli è stata fatta in Cristo sin dall’eternità.


Indice generale

Confessione di fede valdese 1662

Intro - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - Errori condannati -Atto 1894 -