Confessioni di fede/cfv1662/Articolo 27

Indice generale

Confessione di fede valdese 1662

Intro - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - Errori condannati -Atto 1894 -

27. Necessità della Chiesa

Che ognuno a quella (ciò è alla Chiesa) deve congiungersi e tenersi nella sua comunione.

Prove

Isaia 4:3: ciò è nella vera Chiesa di Dio. - Isaia 44:5 - Gioele 2:32. Ne consegue che per esser salvato conviene aggiungersi e attenersi alla vera Chiesa: non alla Sinagoga di Satana: o starsene solingo in un eremitaggio, o scomunicato. - Atti 2:47 - Galati 4:26. Quelli dunque che non riconoscono la Chiesa per madre ubbidendo alla pura predicazione della parola di Dio, non possono dire che Dio sia loro Padre. - Ebrei 12:22,23 - Matteo 18:17 - 2 Corinzi 6:14-18. - Notate che per aderire alla vera Chiesa conviene separarsi della falsa. 1 Giovanni 5:21 - 1 Giovanni 4:1 . Ecco che per discernere i veri Pastori dalli falsi, conviene esaminare se la dottrina loro è conforme alla S. Scrittura. - Apocalisse 18:4. Tutti quelli che non si separano dalla falsa Chiesa, senza accorgersene con restarvi si rendono complici dei suoi errori e superstizioni, e compagni dei suoi eterni supplizi. Salmi 27:4 - Efesini 4:11-13. Coloro dunque che non si uniscono con la vera Chiesa, non sono membra del corpo mistico di Cristo. San Paolo tra i ministri ordinati da Dio per l'edificazione della Chiesa non mette mai né Pontefici, né Cardinali, né sacerdoti: da dove vengono dunque? Matteo 10:14 - Ebrei 10:25 - Ebrei 13:7,17: cioè secondo la parola di Dio, contenuta nel Vecchio e Nuovo Testamento. -Atti 20:27 - Giovanni 8:47.