Predicazioni/Romani/Come NON leggere Romani 13:1-6

Da Tempo di Riforma Wiki.

Ritorno


Come NON leggere Romani 13:1-6

"(1) Ogni persona sia sottoposta alle autorità superiori; perché non v'è autorità se non da Dio; e le autorità che esistono, sono ordinate da Dio; (2) talché chi resiste all'autorità, si oppone all'ordine di Dio; e quelli che vi si oppongono, si attireranno addosso una pena; (3) poiché i magistrati non son di spavento alle opere buone, ma alle cattive. Vuoi tu non aver paura dell'autorità? FA' QUEL CHE E' BENE, e avrai lode da essa; (4) perché il magistrato è un ministro di Dio per il tuo bene; ma SE FAI QUEL CH'E' MALE, temi, perché egli non porta la spada invano; poich'egli è un ministro di Dio, per infliggere una giusta punizione contro COLUI CHE FA' IL MALE. (5) Perciò è necessario star soggetti non soltanto a motivo della punizione, ma anche per motivo di coscienza".

Il seguente, però, è come tanti cristiani, oggi leggono questo testo. Si prega di osservare ciò che è scritto in maiuscolo.

"(1) Ogni persona sia sottoposta alle autorità superiori; perché non v'è autorità se non da Dio; e le autorità che esistono, sono ordinate da Dio; (2) talché chi resiste all'autorità, si oppone all'ordine di Dio; e quelli che vi si oppongono, si attireranno addosso una pena; (3) poiché i magistrati non son di spavento alle opere buone, ma alle cattive. Vuoi tu non aver paura dell'autorità? FA' QUEL CHE LO STATO TI DICE DI FARE, e avrai lode da essa; (4) perché il magistrato è un ministro di Dio per il tuo bene; ma SE DISUBBIDISCI ALLO STATO, temi, perché egli non porta la spada invano; poich'egli è un ministro di Dio, per infliggere una giusta punizione contro I DISSIDENTI E I RIBELLI. (5) Perciò è necessario star soggetti non soltanto a motivo della punizione, ma anche per motivo di coscienza".

Quest'ultimo modo di comprendere il testo è un TRAVISAMENTO delle Scritture (Parola di Dio), moralmente perverso, e semplicemente diabolico. La Bibbia ci dice che solo Dio è buono, e che Lui definisce ciò che è bene e ciò che è male, non l'uomo e nemmeno lo Stato. Quindo, lo Stato o il magistrato, e senza dubbio chiunque sia investito di un'autorità di qualunque genere, ha il dovere di sottomettersi alla Parola di Dio ed accettare la Sua definizione di bene e male nell'esercizio della sua autorità. Come disse Christopher Saint Germain (1460-1540), una qualsiasi legge che non si conformi alla più alta Legge di Dio non è in alcun modo legge, ma una corruzione e un errore (Dottore e Studente).

[https://en.wikipedia.org/wiki/Christopher_St._Germain].