Salmi Riforma/L'Arpa davidica/052

Da Tempo di Riforma Wiki.
Versione del 24 lug 2020 alle 23:22 di Pcastellina (discussione | contributi) (Creata pagina con " {{Arpa}} = 52. = == Voi giusti, pien di giubilo (Salmo 33) == L'arpa davidica 1919, J. B. Herbert<br/> La maestà di Dio, 52<br/> <br/> 1. Voi giusti, pien di giubilo,<br/...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)


Indice generale

L'Arpa davidica

Prefazione - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 3738 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 -62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161

Vedi anche a questo collegamento - Acquistate qui il libretto dei testi e il libro degli spartiti

52.

Voi giusti, pien di giubilo (Salmo 33)

L'arpa davidica 1919, J. B. Herbert
La maestà di Dio, 52

1. Voi giusti, pien di giubilo,
Salmeggiate al Signore,
Coi canti celebratene
L'immensa maestà:
Giusto e pietoso è il Signor
Ch'è il vostro Salvatore,
E l'opre Sue magnifiche
Son fatte in verità.

(Rit.)
Sia lode al Re del ciel!
Sia lode al Re del ciel!
Sia lode al Re del ciel!
Sia lode al Re del ciel!

2. I cieli fatti furono
E il mar per Sua Parola,
E tutti i loro eserciti
Pel fiato del Signor:
Egli è che atterra e suscita,
Che affanna e che consola:
tutta la terra celebri
Del mondo il Creator! (Rit.)

3. Ad un Suo detto sorseri
E terra e ciel dal niente:
Egli i consigli dissipa
Degli empi peccator.
Ma gli occhi Suoi riguardano
All'umil penitente
E la Sua man lo libera
Dai suoi persecutor. (Rit.)

4. Salvare i re non possono
Nè lor possenti schiere,
Ma noi speriamo nel Signore;
Ei sol ci salverà!
A Te, Signor, s'innalzano
Le fervide preghiere;
i nostri cuor attendono