Modifiche

Catechismi/Catechismo di Heidelberg

71 byte aggiunti, 16:03, 24 set 2020
nessun oggetto della modifica
 [[Catechismi|Ritorno]]  
----
'''Un’esposizione della fede cristiana riformata classica'''
 
{{Heid}}
== Origine del catechismo di Heidelberg ==
[[File:Drappoheidelberg.gif|frameless|right|top]]I catechismi di solito adempiono a tre funzioni: (1) Istruire persone di ogni età nei con­tenuti della fede cristiana; (2) come preparazione per la personale confessione di fede pubblica; (3) Per affermare pubblicamente la fede. Il Catechismo di Heidelberg (1563) adempie a queste tre funzioni.
II Palatinato, a sud e ad ovest di Mainz, divenne luterano net 1546 sotto il principe elet­tore Federico li, ma ben presto idee calviniste si diffusero nell’area e sorse un acceso dibat­tito sulla questione della “presenza reale” di Cristo nel pane e ne! vino delta Cena del Si­gnore. Quando Federico III il Pio (1515 - 76) ereditò la zona, si interessò a queste dispute e volle approfondire egli stesso la tematica. Si convinse cosi che l’articolo Xl della Confessio­ne di Augusta era papista, ed optò per una posizione calvinista. Per promuovere la sua posizione, anche se i principi luterani gli erano avversi, Federico mise come professori alla facoltà teologica di Heidelberg, la sua capitale, persone di persuasione riformata, e comin­ciò a riformare il culto nel Palatinato. Al fine di riconciliare le fazioni teologiche, introdur­re la riforma e difendersi contro i principi luterani, Federico chiese alla facoltà di teologia di redigere un nuovo catechismo che potesse essere usato nelle scuole come manuale di istruzione, guida per la predicazione e confessione di fede. Sebbene fossero molti ad essere coinvolti nel progetto (incluso lo stesso Federico), i due “architetti” più noti del Catechismo furono Gaspare Olivetano e Zaccaria Ursino. Il testo tedesco, con prefazione di Federico III, venne adottato da un sinodo ad Heidelberg il 19 gennaio 1653. Fu tradotto in latino al tempo della sua pubblicazione.
*La prima Domenica si leggerà lino alla Parte 2°;
*la seconda fino all’articolo su Dio Figlio; la terza lino alla D. relativa all’ascen­sione di Cristo;
*la quarta lino alla D.  : In che ti aiuta il credere in tutto ciò;
*La quinta fino alla Santa Cena;
*la sesta lino alla parte 3° del Catechismo;la settima lino alla D.  : Che cosa esige Dio col quinto comandamento
*l’ottava fino a La Preghiera;
*la nona fino alla fine della preghiera.
Inoltre nel pomeriggio di ogni Domenica, nell’ora conveniente per ciascuna località, si deve tenere una predica Catechistica nel modo seguente. Il Ministro anzitutto. dopo il can­to dell’Inno, dirà il Padre nostro ed invocherà da Dio che a sua Parola venga rettamente intesa e quindi leggere intelligibilmente ai popolo i Dieci Comandamenti. Poi deve interrogare i catecumeni che non possono ancora imparare le Domande su cui si predica. e deve ordinatamente introdurli, anzitutto e per qualche tempo al testo, e poi anche gradatamen­te alle Domande.
Dopo di ciò faccia egli ripetere ad alcuni dei giovani un certo numero di Domande del Catechismo (che noi, a questo scopo, abbiamo diviso per Domeniche), che saranno spiega­te nelle Prediche successive e particolarmente nella seguente, e che essi abbiano precedentemente imparate a scuola o a casa. Dopo che queste saranno state cosi recitate da alcuni in presenza della Comunità. il Ministro spiegherà ed esporrà semplicemente e brevemente alcune Domande seguenti, in modo che almeno una volta all’anno si predichi su tutto il Catechismo.   [[Category:Catechismi]][[Category:Catechismo di Heidelberg]]

Menu di navigazione