Differenze tra le versioni di "Teopedia/Carlostadio"

Da Tempo di Riforma Wiki.
m
 
Riga 19: Riga 19:
  
 
[https://reformation500.csl.edu/bio/andreas-bodenstein-von-karlstadt/ https://reformation500.csl.edu/bio/andreas-bodenstein-von-karlstadt/]
 
[https://reformation500.csl.edu/bio/andreas-bodenstein-von-karlstadt/ https://reformation500.csl.edu/bio/andreas-bodenstein-von-karlstadt/]
 +
 +
'''Vedi anche:''' https://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Carlostadio
 
</div>   
 
</div>   
 
[[Category:Termini biblici]]
 
[[Category:Termini biblici]]

Versione attuale delle 20:38, 29 giu 2021

Ritorno


Carlostadio (Andreas Bodenstein von Karlstadt)

Andreas Bodenstein, più comunemente noto come Karlstadt per la sua città natale, incarnò i tumultuosi primi anni della Riforma e la difficoltà di classificare molti riformatori secondo le alleanze teologiche. Inizialmente contrario alle opinioni teologiche di Lutero, Karlstadt presto arrivò ad abbracciare loro e la teologia agostiniana che li influenzava, solo per andare ben oltre ciò che Lutero aveva inteso con vigorose riforme pratiche e un rifiuto degli insegnamenti sacramentali protestanti. Nonostante il suo accordo con gli svizzeri ei tedeschi del sud sull'Eucaristia e con gli anabattisti sul battesimo, non accettò mai la loro volontà di usare la forza, e le sue opinioni sociali hanno poco in comune con la Riforma radicale. Sebbene non fosse influente sui successivi riformatori o tradizioni teologiche,

Nato a Karlstadt in Franconia, Andreas Bodenstein von Karlstadt studiò a Erfurt dal 1499 al 1502, prima di conseguire la laurea in lettere, quindi studiò a Colonia fino al 1505. Nel 1505 partì per Wittenberg, dove gli fu conferito il maestro di arti nello stesso anno e ha continuato a insegnare nella facoltà di arti. Ricevette il dottorato in teologia a Wittenberg nel 1510 e fu ordinato sacerdote lo stesso anno. Nel 1511 fu nominato arcidiacono della collegiata di Ognissanti a Wittenberg, che era collegata al castello del principe Federico il Saggio e della sua famiglia, e professore di teologia all'università. Un anno dopo divenne preside della facoltà di teologia. Dal novembre 1515 al maggio 1516, Karlstadt perseguì e ottenne il dottorato in diritto canonico e civile dall'Università La Sapienza di Roma. Per farlo,

Durante questi anni formativi della sua carriera accademica, le opinioni di Karlstadt erano decisamente tomiste, con qualche influenza limitata da Duns Scoto. Non è stato formato nella teologia nominalista, né è stato educato in Agostino o nella tradizione agostiniana, come lo era Lutero. Il primo incontro di Karlstadt con la teologia di Lutero avvenne in una disputa del 1516, quando si opponeva a uno studente che difendeva le idee di Lutero. All'epoca dissentì, ma nel corso dell'anno successivo sarebbe arrivato ad abbracciare molte di quelle idee, principalmente immergendosi nel pensiero di Agostino. Nei due anni successivi, terrà conferenze su Agostino Sullo spirito e la lettera, influente anche per Lutero. Nell'aprile del 1517, aveva pubblicato una serie di tesi di influenza agostiniana a sostegno delle prime critiche di Lutero alle opinioni scolastiche sulla grazia e sul merito. Nel 1518 redige una serie di tesi sulla giustificazione tratte anche da Agostino. Nel corso dell'anno successivo, Karlstadt iniziò a difendere Lutero sulla stampa. Entrò nella controversia sull'indulgenza con una confutazione di un trattato di John Eck, il teologo di Ingolstadt che sarebbe stato il combattente di Lutero al dibattito di Lipsia un anno dopo. L'ampio elenco di Karlstadt di 380 tesi che difendevano Lutero contro Eck accelerò la disputa a Lipsia, per la quale lo stesso Karlstadt doveva essere avversario. Dopo che fu preso un accordo per includere Lutero nel dibattito, Eck mandò facilmente il Karlstadt, meno intellettualmente agile e persuasivo, portando al fatidico conflitto con Lutero.

Da quel momento, le carriere dei due teologi Wittenberg avrebbero preso traiettorie completamente diverse. Mentre Lutero arrivò a guidare il movimento di riforma associato al suo nome, Karlstadt si trovò ripetutamente in contrasto con Lutero sulle riforme e in seguito sulla teologia. Karlstadt avrebbe avuto sempre meno successo nel comunicare e nell'attuazione delle sue idee. Nel 1521, andò in Danimarca per aiutare Cristiano II a riformare le sue chiese, ma gli sforzi fallirono e tornò a Wittenberg senza una guida spirituale a causa dell'isolamento di Lutero nel castello di Wartburg. Karlstadt ha tentato di colmare il vuoto, insieme a Gabrial Zwilling, Philipp Melantone, Nicolas von Amsdorf e Justus Jonas. Li esortò ad attuare le riforme di Lutero a Wittenberg, in particolare le riforme della massa, della vita religiosa e della vita sociale. Il giorno di Natale del 1521, Karlstadt celebrò la prima messa evangelica contro le obiezioni di Federico il Saggio. Il mese successivo, scelse di essere uno dei primi sacerdoti Wittenberg a sposarsi. Ha anche pubblicato le sue riforme comeUn nuovo ordine per la città di Wittenberg . Quando Lutero venne a conoscenza di queste misure, in particolare dello spogliamento dell'altare e della rimozione delle immagini, tornò rapidamente dalla Wartburg e mandò un severo rimprovero a Karlstadt e ai suoi complici, esortando i riformatori a procedere più lentamente e a non gravare le coscienze dei fedeli con nuove leggi.

Trovandosi in disgrazia sia con Lutero che con Federico il Saggio, Karlstadt si ritirò sempre più dalla guida dell'università e della vita religiosa cittadina. Ha messo via il suo abito accademico, ha acquistato una fattoria vicino a Wörlitz e ha lavorato tra i contadini. Ha anche smesso di svolgere le sue responsabilità all'università, portando a un conflitto maggiore e, infine, a una censura sulle sue opinioni da parte delle autorità. Nel giugno 1523, Karlstadt avrebbe lasciato Wittenberg e avrebbe assunto i compiti pastorali in una piccola chiesa rurale a Orlamünde, in Turingia, che si trovava ancora all'interno della stessa arcidiocesi sassone. Nel villaggio più remoto, riuscì a realizzare le riforme che aveva proposto a Wittenberg, tra cui un ordine di culto semplificato, la rimozione delle immagini e persino la proscrizione dei titoli clericali. Continuò a scrivere in modo prolifico, tuttavia, e tra gli anni 1519 e 1525 pubblicò 47 opuscoli in 125 edizioni. Molti di questi erano diretti a Lutero e provocarono ulteriori disaccordi con lui, portando a un teso conflitto tra i due a Jena. A causa della sua opposizione a Lutero e dei sospetti che fosse in combutta con l'insurrezione politica di Thomas Müntzer, Karlstadt fu espulso dalla Sassonia dal duca Giovanni nel settembre 1524.

L'espulsione di Karlstadt da Wittenberg lo precedette di essere cacciato da altre regioni ripetutamente nel corso dell'anno successivo fino a quando Lutero non fece appello al duca Giovanni per consentire il suo ritorno a condizione che non tentasse di diffondere le sue opinioni. Tra il 1525 e il 1529, Karlstadt soggiornò presso una famiglia Wittenberg e lavorò come agricoltore e commerciante, ma non intraprese incarichi pastorali o accademici. Presumibilmente inquieto per questa inattività ed emarginazione, fuggì dalla Sassonia nel 1529 per aiutare il radicale Melchior Hoffman nei dibattiti sull'Eucaristia con altri teologi evangelici della Germania settentrionale, poi nello stesso anno ottenne il favore del primo avversario protestante di Lutero, il teologo svizzero Ulrich Zwingli . Grazie all'influenza di Zwingli, Karlstatdt ottenne una posizione come vicario di Alstatt a Zurigo, dove sarebbe stato parroco fino al 1534. Quindi, ben dopo la morte di Zwingli, Karlstadt riprese gli incarichi accademici per la prima volta dal 1523. Iniziò a insegnare a Basilea come cattedra di Antico Testamento, mentre era anche parroco di San Pietro a Zurigo. Vi sarebbe rimasto fino alla morte di peste avvenuta il 24 dicembre 1541.

https://reformation500.csl.edu/bio/andreas-bodenstein-von-karlstadt/

Vedi anche: https://it.wikipedia.org/wiki/Andrea_Carlostadio