Teopedia/Diritti naturali

Da Tempo di Riforma Wiki.
Versione del 19 giu 2021 alle 16:17 di Pcastellina (discussione | contributi) (Creata pagina con "Ritorno ---- = I diritti naturali = '''Cosa sono i diritti naturali? Il concetto e gli esempi chiave.''' Qual'è la differenza tra diritti naturali e diritti...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Ritorno


I diritti naturali

Cosa sono i diritti naturali? Il concetto e gli esempi chiave.

Qual'è la differenza tra diritti naturali e diritti umani? Puoi andare in prigione per aver negato i diritti naturali di qualcuno? Scoprite di più sul concetto di legge naturale e sui diritti garantiti al suo interno con questi esempi chiave di diritti naturali.

Qual è la definizione di diritti naturali?

I diritti naturali si riferiscono ai diritti dati a tutti gli esseri umani, semplicemente per il fatto di essere umani. Sono principi universali morali tra tutte le culture e società e non possono essere annullati dalle leggi del governo. Per questo motivo, i diritti naturali sono spesso chiamati diritti inalienabili, diritti che non possono essere tolti. I diritti naturali sono la base di contratto sociale nella società. Esisterebbero anche se il governo non esistesse.

Cicerone scrisse per la prima volta dei diritti naturali come parte del diritto naturale. Nel XIII secolo,Tommaso d'Aquino affermava che il principio fondamentale della legge naturale era che "il bene deve essere fatto e perseguito e il male deve essere evitato". Durante l'età dell'Illuminismo, i filosofi Thomas Hobbes, John Locke e Thomas Paine fecero uso del concetto di leggi naturali per sfidare il diritto divino dei re. Le interpretazioni moderne dei diritti naturali includono la Dichiarazione di indipendenza degli USA e la Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo delle Nazioni Unite.

Esempi di diritti naturali

Quali sono gli esempi di diritti naturali nella tua vita quotidiana? John Locke credeva che il diritto naturale più basilare ed essenziale fosse la conservazione dell'umanità, cioè il diritto alla vita. Ha anche scritto di "libertà e proprietà (proprietà)". Thomas Jefferson ha riassunto notoriamente le opinioni di Locke nel preambolo della Dichiarazione di Indipendenza degli USA. Ad esempio:

Il diritto di preservare la vita

Tutti gli esseri umani hanno il diritto di rimanere in vita, e nessun governo potrà mai toglierselo subito. Questo diritto si estende al diritto di difendersi contro le persone che ti causano danni. La maggior parte dei filosofi concorda sul fatto che il diritto alla vita sia il diritto naturale più fondamentale.

Il diritto alla libertà

Gli esseri umani hanno diritto a una vita libera. Hanno libertà di movimento (che è libertà da detenzione illegale) e libertà di pensiero. Alcuni ritengono che il diritto alla privacy rientri nel diritto naturale alla libertà personale.

Il diritto di proprietà

Ogni persona ha il diritto di possedere proprietà, da sola o con altre persone. Nei secoli XVII e XVIII, la capacità di possedere proprietà rifletteva la loro capacità di partecipare alla società. Alcuni filosofi, tra cui John Locke, credevano che la capacità di possedere proprietà si estendesse alla proprietà del proprio lavoro.

Il diritto di guadagnarsi da vivere

Gli esseri umani hanno il diritto di guadagnare denaro per guadagnarsi da vivere. Thomas Jefferson ha riassunto questo diritto come "la ricerca della felicità". Questo diritto riflette il proprio diritto alla libertà economica; il governo non può impedire a una persona di guadagnarsi da vivere.

Il diritto di avere una famiglia

Tutte le persone hanno il diritto di sposarsi e di avere una famiglia. Tommaso d'Aquino scrisse ampiamente di questo punto di vista, secondo il quale si ha un diritto naturale a sposarsi come riflesso della propria libertà naturale. Possono anche avere figli senza il consenso del governo o dello stato.

Il diritto di praticare la religione

Ogni individuo ha il diritto di formare e praticare un rapporto con la religione di sua scelta. Il diritto alla religione si riflette sia negli scritti di Tommaso d'Aquino che nel Bill of Rights degli Stati Uniti. Tommaso d'Aquino ha scritto del diritto di conoscere Dio, mentre il Bill of Rights chiarisce che gli americani hanno libertà di religione senza l'intervento del governo.

Cosa non sono i diritti naturali?

I suddetti diritti sono generalmente accettati dai filosofi come diritti naturali. Ma qual'è la differenza tra diritti naturali e diritti civili, o diritti naturali e diritti umani? Scoprite le piccole differenze tra questi termini e le principali differenze che giocano nelle nostre vite.

Diritti naturali contro diritti civili

Diritti civilisono diritti dati agli individui dalle società. Sono stabiliti e fatti rispettare dalla legge. I diritti naturali esistono anche se una società cade a pezzi, ma i diritti civili scomparirebbero senza qualcuno che li faccia rispettare. I diritti civili proteggono gli individui dalla discriminazione in base a razza, sesso, età, disabilità, orientamento sessuale, religione o qualsiasi altra classe protetta.Libertà civili, come quelli delineati nella Carta dei diritti (come la libertà di stampa e la libertà di parola), applicano protezione legale ai diritti naturali alla libertà, ma ancora una volta cesserebbero di esistere senza un governo che li faccia rispettare.

Diritti naturali contro diritti umani

Molte persone usano i diritti naturali e diritti umani in maniera intercambiabile. Tuttavia, sono leggermente diversi. I diritti naturali esistono indipendentemente dal fatto che un governo li riconosca o meno. I diritti umani sono il riconoscimento da parte di un governo dei diritti che i loro cittadini dovrebbero avere in virtù del loro essere umani. Possono sovrapporsi - ad esempio, il diritto alla vita è sia un diritto naturale che un diritto umano - ma i diritti naturali esistono sempre e non cambiano nel tempo. Un governo può applicare, modificare o privare i propri cittadini dei diritti umani legali quando lo desidera. Potrebbero non cambiare mai i propri diritti naturali.

Far uso dei tuoi diritti naturali

Nessun re, presidente, organo del Congresso o potere di governo può privarti dei tuoi diritti naturali. Maggior parte delle democrazie moderne hanno disposizioni nelle loro costituzioni per proteggere questi diritti, proprio come la Costituzione degli Stati Uniti.    Jennifer Gunner

M.Ed. Formazione scolastica