Confessioni di fede/cfv1662/Articolo 33

Indice generale

Confessione di fede valdese 1662

Intro - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - Errori condannati -Atto 1894 -

33. Formule di fede e di preghiera

Finalmente che convien ricevere il Simbolo degli Apostoli, l'Orazione Dominicale e 'l Decalogo, come scritti fondamentali della nostra fede e delle nostre devozioni. Il che resta chiaro dalle testimonianze con le quali habbiamo verificato la nostra Confessione, che in sostanza contiene la medesima dottrina, e di più con le seguenti.

Prove

Romani 1:16 - Romani 10:8:9 - 2 Timoteo 1:13. Il Padre nostro è prescritto come un perfettissimo modello delle nostre preghiere, voti e desideri in Matteo 6 e in Luca 11.

E per una più distesa dichiaratione di quanto cediamo, reiteriamo qui la protestatione che già dal 1603 fecimo stampare cioè che consentiamo nella sana dottrina con tutte le Chiese Riformate di Francia, della Gran Bretagna, de' Paesi Bassi, Alamagna, Svisseri, Boemia, Polonia, Ungaria et altre, com'ella è rappresentata nella loro Confessione d'Augusta, secondo la dichiaratione datane dall'autore; e promettiamo di perseverarvi colla gratia di Dio inviolabilmente e nella vita e nella morte, essendo apparechiati di sottoscrivere a questa eterna verità di Dio col nostro proprio sangue, come l'hanno fatto i nostri Maggiori fin dal tempo de gli Apostoli, particolarmente in questi ultimi secoli. E però preghiamo umilmente tutte le Chiese Evangeliche e Protestanti di tenerci nonostante la nostra povertà e bassezza per vere membra del corpo mistico di Jesu Christo che sofferiscono pe 'l Suo Nome, e di continuarci l'aiuto delle loro preghiere verso Iddio, e tutti gli altri effetti della loro carità, come già gli abbiamo copiosamente provati. Onde le ringratiamo con tutta l'humiltà possibile, supplicando il Signore con tutto il cuore, ch'egli ne sia Rimuneratore, spandendo sopra esse le più pretiose benedittioni della gratia e della gloria, in questa vitta, ed in quella che è da venire. AMEN.