Preghiera/Preghiere Riformatori/La lode nasce dalla misericordia di Dio

Da Tempo di Riforma Wiki.
Versione del 25 set 2023 alle 09:16 di Pcastellina (discussione | contributi) (Creata pagina con "Ritorno ---- = 35.  La lode nasce dalla misericordia di Dio = <blockquote> “Io voglio ricordare le benignità dell'Eterno, le lodi...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)

Ritorno


35.  La lode nasce dalla misericordia di Dio

“Io voglio ricordare le benignità dell'Eterno, le lodi dell'Eterno, considerando tutto quello che l'Eterno ci ha elargito; ricorderò la bontà che ha usato verso la casa d'Israele, secondo le sue compassioni e secondo l'abbondanza delle sue grazie. Egli aveva detto: “Certo, essi sono mio popolo, figli che non mi inganneranno”. Fu il loro salvatore in tutte le loro angosce. Non fu un inviato, né un angelo ma egli stesso a salvarli; nel suo amore e nella sua compassione li redense; se li prese in spalla e li portò sempre nei tempi passati” (Isaia 63:7–9).

I riformatori protestanti riconoscevano due tipi di preghiera: preghiere di richiesta e preghiere di lode e di ringraziamento. Questi costituiscono i ritmi della nostra vita di preghiera oggi.

L'arcivescovo Ussher [1] ha osservato che “come la petizione nasce dal sentimento della nostra miseria, così la lode nasce dal sentimento della misericordia di Dio: la petizione chiede ciò che vogliamo, e la lode riconosce cosa e da dove lo abbiamo (Apocalisse 15:3; 1 Cronache 29:12).”

Trascorriamo tanto tempo nella lode di Dio quanto nel supplicarLo?

Davide così loda Dio: “Ora dunque, o Dio nostro, noi ti rendiamo grazie, e celebriamo il tuo nome glorioso” (1 Cronache 29:13; vedere anche vv. 10–13). Isaia loda Dio, riconoscendo la misericordia di Dio verso Israele: “Io voglio ricordare le benignità dell'Eterno, le lodi dell'Eterno, considerando tutto quello che l'Eterno ci ha elargito; ricorderò la bontà che ha usato verso la casa d'Israele, secondo le sue compassioni e secondo l'abbondanza delle sue grazie” (Isaia 63:7).

La lode riconosce la grandezza e la bontà di Dio espresse a noi nella misericordia. La nostra lode nasce dalla misericordia di Dio. Nella lode ringraziamo Dio per tutto ciò che ci è stato dato, per i modi in cui siamo stati benedetti. Le nostre preghiere dovrebbero sempre includere questa lode, riconoscendo chi è Dio e ciò che Dio ha fatto.

Ciò che Dio ha fatto di più è darci misericordia e salvezza in Gesù Cristo. Per il dono di Cristo, rendiamo a Dio la più grande lode!

Spunto di riflessione: Nella tua vita di preghiera, qual è l'equilibrio tra lode e richiesta? Quali sono le cose specifiche per le quali lodi Dio regolarmente?

Note

[1] James Ussher (Dublino, 4 gennaio 1581 – Reigate, 21 marzo 1656) è stato un arcivescovo anglicano irlandese.