Salmi Riforma/L'Arpa davidica/043

Da Tempo di Riforma Wiki.
Versione del 25 lug 2020 alle 00:14 di Pcastellina (discussione | contributi) (Creata pagina con " {{Arpa}} = 43. = == Nel Tuo tempio, mio Signore (Salmo 27:5-14) == L'Arpa davidica, 1919, John P. Holdbook<br/> La faccia di Dio<br/> <br/> 1.<br/> Nel Tuo tempio, mio Sig...")
(diff) ← Versione meno recente | Versione attuale (diff) | Versione più recente → (diff)


Indice generale

L'Arpa davidica

Prefazione - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 3738 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 -62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161

Vedi anche a questo collegamento - Acquistate qui il libretto dei testi e il libro degli spartiti

43.

Nel Tuo tempio, mio Signore (Salmo 27:5-14)

L'Arpa davidica, 1919, John P. Holdbook
La faccia di Dio

1.
Nel Tuo tempio, mio Signore
Le Tue lodi canterò.
Ed ancor, pien di fervore,
Sacrifici T’offrirò.
“Ricercate la mia faccia”,
Da Tua parte, dice il cor,
Di Te sol io vado in traccia.
Non lasciarmi, o Dio d’amor! 

2.
Che se padre, e madre ancora
Triste un dì mi lascerà,
L’alma in Te confida, e allora
Il Signor m’accoglierà.
Deh! M’insegna Tu la via
E per facile cammin
Tu mi guida, che mi spia
Il nemico ognor vicin. 

3.
Ah! Beato chi ha creduto
I Tuoi beni di veder.
Quaggiù in terra, ed ha ottenuto
Da Te, o Dio, forza e poter.
Alma mia, paziente attendi
La venuta del Signor.
Verso Lui le braccia stendi;
Spera sempre nel Suo amor!