Salmi Riforma/L'Arpa davidica/140

Da Tempo di Riforma Wiki.


Indice generale

L'Arpa davidica

Prefazione - 1 - 2 - 3 - 4 - 5 - 6 - 7 - 8 - 9 - 10 - 11 - 12 - 13 - 14 - 15 - 16 - 17 - 18 - 19 - 20 - 21 - 22 - 23 - 24 - 25 - 26 - 27 - 28 - 29 - 30 - 31 - 32 - 33 - 34 - 35 - 36 - 3738 - 39 - 40 - 41 - 42 - 43 - 44 - 45 - 46 - 47 - 48 - 49 - 50 - 51 - 52 - 53 - 54 - 55 - 56 - 57 - 58 - 59 - 60 - 61 -62 - 63 - 64 - 65 - 66 - 67 - 68 - 69 - 70 - 71 - 72 - 73 - 74 - 75 - 76 - 77 - 78 - 79 - 80 - 81 - 82 - 83 - 84 - 85 - 86 - 87 - 88 - 89 - 90 - 91 - 92 - 93 - 94 - 95 - 96 - 97 - 98 - 99 - 100 - 101 - 102 - 103 - 104 - 105 - 106 - 107 - 108 - 109 - 110 - 111 - 112 - 113 - 114 - 115 - 116 - 117 - 118 - 119 - 120 - 121 - 122 - 123 - 124 - 125 - 126 - 127 - 128 - 129 - 130 - 131 - 132 - 133 - 134 - 135 - 136 - 137 - 138 - 139 - 140 - 141 - 142 - 143 - 144 - 145 - 146 - 147 - 148 - 149 - 150 - 151 - 152 - 153 - 154 - 155 - 156 - 157 - 158 - 159 - 160 - 161

Vedi anche a questo collegamento - Acquistate qui il libretto dei testi e il libro degli spartiti

140.

Chi si confida in Dio (Salmo 125)

L'arpa davidica, A. Geibel
Sicurezza del credente, 140

1. Chi si confida in Dio E' qual di Sionne il colle
Che altero al ciel s'estolle E smosso esser non può:
Come Gerusalemme I monti fan secura,
Così cinge tua cura Il popol tuo, Signor.

2. No, non sarà per sempre Che la verga dell'empio
Del giusto faccia scempio E di sua eredità,
Onde talora il giusto La cui fatica è in vano
Non ponga la sua mano A alcuna iniquità.

3. Signore, opera in bene Inverso i giusti afflitti
E quei che son diritti Di cuore, e nel pensier!
Ma quei che con sviati Dietro il lor vano errore
Discaccili il Signore in lor iniquità.