Confessioni di fede

Da Tempo di Riforma Wiki.

RTENOTITLE

Una "struttura portante" per la nostra fede

La fede personale nel Signore Gesù deve essere necessariamente inquadrata in una "struttura portante" di carattere dogmatico: quella presupposta, ma non sistematicamente presentata, dalle Sacre Scritture. Il compito di estrarre, sistematizzare ed esporre le verità della fede contenute nelle Scritture, è stato affidato da Dio al ministero dei "dottori" che, insieme agli evangelisti ed ai pastori, sono chiamati al "perfezionamento dei santi" (cioè tutti i cristiani), in vista dell'opera del servizio cristiano e dell'edificazione del corpo di Cristo (la chiesa), "fino a che tutti giungiamo all'unità della fede e della piena conoscenza del Figlio di Dio, allo stato di uomini fatti, all'altezza della statura perfetta di Cristo" (Efesini 4:13). Riteniamo che questa "struttura dogmatica" delle Sacre Scritture trovi la sua migliore presentazione nelle sempre attuali Confessioni di fede della Riforma protestante. A nostro giudizio esse costituiscono di fatto il migliore "distillato", la migliore ed insuperata sistematizzazione teologica di un movimento, quello della Riforma del XVI e XVII secolo, che era stato espressamente inteso come un ritorno al genuino messaggio del Nuovo Testamento, depurato dalle incrostazioni e dalle scorie accumulate nella storia del Cristianesimo. Lo studio e "l'assorbimento" personale del contenuto di queste Confessioni di fede fornisce al singolo cristiano ed alla comunità cristiana locale, non solo la base per la chiarezza e stabilità della sua fede, ma anche un sicuro quadro di riferimento per difendersi nel contraddittorio e per rispondere alle idee e concezioni difformi dalla verità della Parola di Dio oggi ampiamente propagandate e che mettono in questione la fede "che è stata trasmessa ai santi una volta per sempre" (Giuda 3). L'articolo continua qui.


Le antiche espressioni del Credo cristiano


Confessioni di fede

Articoli